tajatelle alle cozze e gamberi arrosto con fagioli

4 Ott

20131004-175609.jpg

20131004-175548.jpg

20131004-175520.jpg

“Che bbono, che bontà!” penso, sbracato (sdraiato) sul letto, del pranzo che ho appena terminato. Che bbono! Che goduria! Eccovi la ricetta per un pranzo di pesce economico…

Costo: 12 euri per 2 persone
Difficoltà: schcafatu (medio-bassa)
Tempo di esecuzione: 30/40 minuti
Musica: ho chiesto al mozzo di cucina che ha risposto: we all live in a yellow submarine… E poi è scoppiata a rite (ridere). Io suggerisco: rolling stones … start me up.

Ingredienti (per 2 persone):
1 kg di cozze, 6 gamberi tigre (freschi, bboni, belli cicci), 1 limone, menta, maggiorana, pepe, sale (dolce di Cervia se lo avete), 1 spicchio d’aglio, olio (di semi e di oliva…oh! non c’occorre che ve lo dico che per olio di oliva si intende l’olio extra vergine super bono…), fagioli borlotti 2 etti anche tre…le tajatelle…me pare (sembra) basta…

Esecuzione:
Sparate alle cozze e impiccate le mazzancolle (gamberi). Fine

Procedimento:
Una volta che avrete giustiziato i vostri frutti di mare procedete cosintra (così):
pulite le cozze e mettetele in una pentola con un filo d’olio (anche ‘mparde , ossia due, fili vanno bene), uno spicchio d’aglio schiacciato e incamiciato, una macinata (anche tre) di pepe e uno spicchio di limone spremuto. Mettete il coperchio e cuocete per 7/10 minuti circa.
Una volta cotto il mollusco levatelo dalla coccia (conchiglia) e ‘mmucchiatelo (accatastatelo) sul tagliere. Sminuzzate con la mezza luna (lasciatevi qualche ciccio intero per la guarnizione del piatto!). Con le cozze avete fatto, ora tocca ai gamberi…
Pulite le mazzancolle. Levate la cotica (la corazza) esterna lasciando la parte terminale della coda. Levate l’intestino aiutandovi con uno stuzzicadenti. Tagliuzzate il gambero in pancia per evitare che si arrotoli durante la cottura. Una volta puliti i gamberi conditeli con menta sminuzzata, pepe e sale e bagnateli con olio di semi.
L’acqua bolle. “Ma tu non ci avevi detto di metterla sù!”. Ho detto: l’acqua bolle! “Vabbuono, l’acqua bolle…”.Versate i fagioli in acqua e dopo 10 minuti finite la loro cottura in un padellino in cui avrete messo olio e un po’ di peperoncino. Usate l’acqua rifatta dalle cozze per finire la cottura dei fagioli. Quando il fagiolo si ammorbidisce è cotto. Sminuzzatelo fino ad ottenere una crema. Aiutandovi con un cucchiaio disegnate delle curve fagiolose sul vostro piatto di portata. Ivi poggerete i vostri gamberi una volta cotti.
Buttate le tagliatelle in acqua. una volta cotte saltatele velocemente in padella con le cozze e alcune foglioline di maggiorana (sminuzzate). Versate un po’ del brodolicchio fatto dalle cozze durante la cottura.
Impiattate come più vi aggrada.
Intanto scaldate una padella in acciaio a fiamma viva. Mettete i gamberi a rosolare prima da un lato e poi dall’altro (se sono gamberi cicci io consiglio 5 minuti per lato…ragolatevi con la potenza della fiamma sennò ve se bbruscia (brucia) tutto!). Una volta cotto il gambero poggiatelo sulle mezze lune di fagioli, spruzzate alcune gocce di limone e un filo d’olio….che altro?! Vino? Malvasia friulana!

Papà Marco!

20131004-175741.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: