Alici marinate (3 tipi)

8 Ago

20130808-150905.jpg

Prologo:

Giunta è l’estate. Dopo un anno di abbutulamenti di organi riproduttivi le vacanze sono alle porte. Molti già sono in vacanza. Il mare s’è scallato (intiepidito) e con fisico tonico e asciutto ci accingiamo a bagnar nel Mediterraneo le membra stancate dal troppo stress. Che bella parola “mediterraneo”! Evviva l’Itaglia (Italia) evviva le Marche evviva “le do’ sorelle”!!! Vai a fare il bagno, nuoti, fai gli spruzzi per far vedere che sei un campione, annaspi, pigli (prendi) paura, torni a riva corroborato. E tonico. E ti asciughi. E c’hai fame. Eccolo lì il balneare, con tutte quelle robbette buone e sfiziose. Robe che sfrigolano e arrostiscono. L’acquolina in bocca. “Profumi indescrivibili” sul fare della sera. E lo callo cala (la temperatura scende). Giunta è l’ora de magnà (di cibarsi). Ma… proprio ora; e dico proprio ora; no, dico PROPRIO ORA: fanno il fermo pesca!

E che cavolo! E’ un anno che aspetto e me fate il fermo pesca?!?!

Pilò (però), pe’ gli affamati c’è la piccola pesca! E allora, se trovate un barconcino che vi porta il pesciolino, potete eseguire questa bella ricettina. Un minutino ce l’avete, ché state in vacanzina. Quindi gnende (niente) scusette! Questa è la piccola pesca!

Ingredienti:

1 kg di alici fresche fresche, 1 bottiglia di succo di mirtillo mega biologico e di super qualità, foglie di menta, grasso di maiale, fiori e semi di finocchio, prezzemolo, orzo, pepe nero, molliche di pane q.b. e un bicchierino di whisky. UTENSILI: 3 contenitori dove far macerare la robba (le pietanze).

Qualcuno di voi avrà l’ardire di dire con ire dei re e: ma che so’ gli ingredienti di una colazione de tedeschi o una ricetta? Si tratta di marinare le alici in tre differenti modi e non se deve mette’ tutto insieme. Se mettete tutto insieme eseguirete la ricetta della famosa “frühstück” (colazione tedesca).

Esecuzione:

Le tipologie di alici che andremo a marinare saranno: alici ai mirtilli (bbbone!), alici col grasso e alici all’orzo (deliziouse)

Alici ai mirtilli: prendete le alici, privatele della testa e delle interiora e disponetele alla base del vostro contenitore. Tutte vicine. Tutte ‘ppiccicate (accostate). Cospargetele di succo di mirtillo fino a coprirle. E mettetele in frigo. Per sei ore.

Alici al grasso: prendete le alici e pulitele come sopra. Poi prendete il grasso e lasciate che si ammorbidisca un poco con il caldo tepore estivo (che poesia che eleganza!). Buttatece drento (dentro) semi e fiori di finocchio e un po’ di sale. Mettete il grasso sulle alici e per spargerlo omogeneamente su di loro usate la pellicola trasparente. Ossia, distribuite il grasso nel modo più omogeneo che potete aiutandovicon un cucchiaio e poi posate la pellicola sulle alici e con le mani distribuitelo su tutte le alici. Memmete in frigo per sei ore.

Alici all’orzo: fateve l’orzo. Bevetene un pochetto che ve fa bene. Il resto usatelo per le alici. Fatelo freddare prima di metterlo sui piscitti (pesciolini). Frigo per sei ore…

Ora, passate le sei ore dovete finire di lavorare le alici. Le prendete, le poggiate su un tagliere e…

Alici ai mirtilli: le cospargete con le molliche di pane in cui avrete messo i pezzettini di folgie di menta che avrete sminuzzatoa dovere. Ricordatevi di salarle!

Alici al grasso: mescolate le molliche al grasso e cospargete la pappa sulle alici! Se dovete finire di salarle salatele prima di metterci la pappetta! speuzzate di prezzemolo.

Alici all’orzo: tirate fuori dall’orzo, cospargetele con del buon whisky (non ce mettete quello da 5 euri!) poi salatele e mettete molliche di pane e pepe.

Infine:

Con il succo dei mirtilli usato per la marinatura fate una salsa mettendo amido di riso (segnol!)

Coll’orzo fate così: dividetelo in due parti (alla Mosè), con una parte fate una salsa mettendo amido di mais nel liquido di marinatura, nell’altra parte di liquido aggiungete il whisky e fate una riduzione. Le due salse avranno un colore latte e caffè (la prima) e un colore nniru nniru, ossia nero nero, (la seconda). Bello! Alla Pollock!

Per le alici nel grasso fate una…non me viene la parola….una…salsa (eh, non me viene…) con olio e prezzemolo.

Cuocetele alla bragia (brace). Disponetele carucce sul piatto e mangiatevele. Sono estremamente buone. Attenzione, può dare dipendenza.

Dott. Marco in Padella

p.s. un’emulsione, cavolo, un’emulsione! ce l’avevo sulla punta della lingua, ma non mi veniva!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: