Wagyu Kobe Vs Bue Grasso di Carrù

28 Dic

20121230-002725.jpg

20121230-002751.jpg

20121230-002807.jpg

20121230-002847.jpg

20121230-002911.jpg

Wagyu Kobe? In fondo a destra…
Ma che è Wagyu Kobe? E chi è il bue grasso di Carrù? E perché ce ‘nteressa?
Stiamo parlando di carne di manzo. Della carne di manzo più buona al mondo (o, perlomeno, considerata tale da molti esperti e non).
“Wa” sta per giapponese, “gyu” per bestiame, “bue” sta per bue e grasso sta per cicciabbombocannoniere.
La particolarità di tale carne sta nel fatto che il vitellozzo vive in un habitat del tutto particolare e ha un patrimonio genetico specifico tale da rendere la sua carne assurdamente buona e sana. Perché? Perché il muccone cresce lentamente ed è particolarmente cicciozzo. Ma il grasso che pervade la sua carne è un grasso “buono” (grassi insaturi) che permea la trama della ciccia e non rimane all’esterno della stessa come siamo abituati a vedere dal nostro macellaro di fiducia. Ecco perché la carne viene descritta come “marmorizzata”. Il grasso presente lungo tutta la trama del bisteccozzo dona sapore e morbidezza unici.
Pensate che 1 kg di Kobe può arrivare a costare 1.000 dollari! (il filetto scelto in genere si trova a un prezzo intorno ai 500-600 euro al kilo, … La crisi…).

Ma l’Italia, pur non avendo un manzo che da millenni si aggira tra i monti chiusi del Giappone, baldanzoso mentre mostra il certificato che attesta la purezza del suo patrimonio genetico, ha un asso nella manica: il bue grasso (di Carrù… È quello che ho provato io).

Di ritorno da Parigi, a Roma, a casa di un carissimo amico, della moglie, dei figli, di Ugo e Camosilla (i cani), ho avuto modo di paragonare le due carni: il Kobe (ignoro di quale parte si trattasse) e il bue grasso di Carrù (1 bistecca di spalla e una di quarto di chiappa).

Il Kobe era esquisitto! Valutazione 9. Il bue grasso di chiappa era però altrettanto buono. Voto 9+. Il Kobe è delicatissimo e morbido. Sembra quasi pastoso (per questo si dice che gli allevatori ne massaggino le carni…ma penso si tratti solo di leggenda).
Il bue grasso mantiene la consistenza della classica bistecca. È morbidissimo ed ha un sapore deciso: come se ci avessero spemuto dentro una mucca intera!

Ora, i puntualini diranno: “tu fai confusione tra manzo, bue, mucca e vitello”. Lo faccio solo per farvi divertire senza pretese di scientificità, se volete conoscere le differenze tra i termini scritti sopra cercate in rete e ottimi siti sapranno chiarirvi l’arcano. Detto in sintesi: mucca=femmina, vitello12 mesi e spesso senza pisellittu (castrato), bue=patriarca di famiglia (vergaru!).

Se avete modo provate questa carne (Wagyu Kobe e bue grasso di Carrù): meritano davvero la vostra attenzione!

Marco

P.S. Il secondo giovedì del mese di dicembre a Carrù ogni anno c’è la sagra del….bue grasso. Ci andiamo?

20121230-002953.jpg

20121230-002925.jpg

Annunci

7 Risposte to “Wagyu Kobe Vs Bue Grasso di Carrù”

  1. stepy 28 dicembre 2012 a 3:35 pm #

    sììììì io ce vojo annà!!! 🙂 grazie assaje per il tuo colto intervento che mi allarga le vedute e le annaffia di fondute. caro sceffo tutto torna nella vita: ora so che nn è un caso che il Kobe cestista abbia giocato nei Bulls. ma sei sicuro che il bue grasso sia di Carrù e non africano??? 🙂 baci, stepy

    • marcoinpadella 28 dicembre 2012 a 5:50 pm #

      Carissimissimo commentatore, grazie per l’attento messaggio e per la particolare connessione carne-sport che hai sottolineato. A riguardo ti faccio notare anche che Francesco Lo Bue (del Trapani Calcio) e Davide Grasso (a tutti noto per aver militato nelle giovanili dell’Avellino e poi in squadre come il Potenza, il Turris, il Real Marcianise e da ultimo il Cassino), sono andati a vivere insieme. Cari saluti!

  2. Emanuele 2 gennaio 2013 a 1:06 pm #

    azz ti bevi Le Pergole Torte 2004 e non scrivi niente? 😀 com’era? ho bevuto pochi giorni fa un Montevertine (il fratellino “minore”, se così si può dire) del 1997, ad oggi uno dei miei 10 vini del cuore
    p.s. sono stato da Vivant anche se solo per un bicchiere, poi ti racconterò 😉

    • marcoinpadella 3 gennaio 2013 a 3:14 am #

      Mitico Emanuello! Le Pergole Torte era “superbe”! Ma ne ho bevuto un altro (di vino) che era buono tanto quanto quello! Nel prox post ti dico tutto (io coi nomi sono un macello)…a presto!

  3. dario 5 maggio 2013 a 3:43 pm #

    ottima spiegazione…buona cultura “della carne”…”w le mogli e i buoi dei paesi tuoi!”…salutissimi Dario.

    • marcoinpadella 8 maggio 2013 a 2:04 pm #

      Ciao Dario,
      Grazie per il post! W i macellai!
      Ne approfitto per annunciare, dopo mesi assenza causa super stress lavorativo, la “riapertura” (a breve) del blog!

      Buona giornata!

      • dario 8 maggio 2013 a 2:24 pm #

        w i macellai…w i “carnivori”…perchè la carne è passione & gusto!…ma viva gli allevatori!..IO sono un allevatore di razza piemontese,che sta faticando a causa della concorrenza slelale di molti…ma credo nella MIA e voglio continuare sulla genuinità e sul gusto!

        Vai AVANTI CON IL BLOGG!!..è SUPER !

        BUONA GIORNATA A TE!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: