Riso al nero di seppia

12 Apr

20120412-121455.jpg

20120412-142131.jpg

20120412-142153.jpg

Qual è il piatto più buono che ho realizzato ultimamente? Nessun dubbio: si tratta di un riso al nero di seppia con piselli e pomodorini. Questa ricetta è tanto buona per quanto è semplice. Richiede solamente un accorgimento fondamentale: gli ingredienti devono essere tutti freschissimi. Io me lo son preparato una sera senza adoperare troppi accorgimenti; ho buttato giù una ricetta…non mi aspettavo niente di particolare e invece il piatto che ho divorato mi ha fatto strabuzzare gli occhi. Forse mi è piaciuto così tanto proprio perché non me lo aspettavo… Provate e fatemi sapere!
L’unica difficoltà è trovare il nero di seppia fresco.

Cosa vi serve:

Riso carnaroli di prima qualità, una noce di burro, nero di seppia super fresco, piselli di campo, pomodorini (io ho usato la qualità “piccadilly”).

Come si prepara:

Allora: filo d’olio con aglio in camicia in un pentolino. Mettiamo nella padella il riso e facciamolo scottare su fiamma vivace. A parte scottiamo i piselli in acqua salata. Cuociamoli poco, giusto il tempo necessario per ammorbidirli leggermente (si deve sentire il sapore d’erba!). Quando il riso sarà vicino alla cottura aggiungiamo la noce di burro e un po’ di nero di seppia (ovviamente salate il riso!). Mezza vescica di una seppia media basta per 3/4 persone! A parte in una casseruola mettiamo i pomodorini lavati che abbiamo passato nel pane grattato. Versiamo sopra un filo d’olio buono e un pizzico di sale, e inforniamo per una decina di minuti scarsi. Torniamo al riso: versiamo i piselli (un kg di piselli col baccello basta per 3/4 persone), mantechiamo e stop.
Impiattiamo mettendo 2/3 pomodorini cotti leggermente al forno (quel tanto che basta per far crepare la pelle esterna) e una mestolata di riso al nero di seppia e piselli. Punto.
È una delizia!

Marco

Annunci

5 Risposte to “Riso al nero di seppia”

  1. leviedelgusto 12 aprile 2012 a 5:15 pm #

    Un classico ma sempre mooolto buono! 😉

    • marcoinpadella 12 aprile 2012 a 6:20 pm #

      Concordo in pieno! Il fatto che ha reso speciale il piatto è stata l’estrema freschezza e qualità degli ingredienti…i pomodorini “piccadilly” erano aulenti, i pisellini appena colti e l’olio impiegato era del frantoio “Gaudenzi” di Trevi…non so se hai il piacere di conoscerlo, ma fa olii super! 🙂

      • leviedelgusto 12 aprile 2012 a 8:02 pm #

        No…purtroppo non lo conosco! Certo…ciò che un distingue un buon piatto dagli altri sono gli ingredienti freschi…poi se sono “home made” ancora meglio!

  2. Alessandra 14 aprile 2012 a 8:39 pm #

    Lascia che ti dica che è stato il risotto più buono che io e Cri abbiamo mai assaggiato!! Ci hai veramente preso per la gola!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: